I Volti di BAM

#IAMBAM

Nuovo appuntamento con la rubrica “I Volti di BAM”. Vieni a conoscere la nostra GREEN Community!

Oggi in giro per il parco abbiamo incontrato loro, Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi, meglio conosciuti come Gnam Box. Abbiamo chiacchierato con loro di Milano, di BAM e del loro grande amore per la cucina, filo conduttore che li unisce come coppia nella vita e nel lavoro.

D: Qual è stata la vostra prima impressione di BAM Biblioteca degli alberi?

Super! Amiamo passeggiare in questa zona di Milano e arrivare da piazza Gae Aulenti per trovarsi in mezzo al verde è sorprendente.

D: Da dove venite? Dove siete nati e dove siete cresciuti? Descriveteci questi posti.

Entrambi brianzoli, cresciuti quindi tra Milano e la provincia. Abbiamo sempre amato poter staccare dal caos cittadino tornando in campagna e l’idea che sia a due passi è sempre confortante.

D: 3 cose che amate di Milano.

Il cielo, che quando è sereno è blu da non crederci, i palazzi che ci fanno camminare troppe volte a naso in su e la velocità di una città dinamica in cui ci sentiamo in continua evoluzione.

D: Avete già partecipato a degli eventi culturali all’aperto? Ci raccontate qualcosa?

Abbiamo partecipato a tantissimi eventi all’aperto e sono anche quelli in cui ci sentiamo meglio. I migliori parties estivi sono quelli circondati dal verde, luci e, se siamo fortunati, dalla brezza di un rooftop.

D: Qual è stato l’evento culturale open air più stimolante a cui voi abbiate mai partecipato?

Un evento diffuso che non possiamo non citare è il fuori salone! Non citiamo mai abbastanza questo momento culturale unico per la città. Tutto diventa fruibile, interni ed esterni comunicano senza soluzione di continuità: ci trasmette tanta energia.

D: Avete mai percepito una specifica energia dalle persone che erano lì al vostro stesso evento? Questa energia vi ha fatto sentire parte di una comunità?

Certamente! Quello che veramente decreta la buona riuscita di un evento è di certo il mood. Amiamo sentirci circondati da good vibes.

D: Quando e dove vi siete sentiti veramente in connessione con la natura?

I piedi nudi sull’erba sono in cima alla nostra classifica. Un Garden party con poche regole e tanta musica sono lo scenario perfetto per poterlo fare. Li ci sentiamo al top!

D: Descriveteci in 3 parole l’importanza degli spazi verdi nelle città.

Respiro, cura, detox. Dovremmo elencarne molte più di 3 per raccontare la vera importanza di ogni spazio che la città dedica al verde. 

D: Come incoraggereste la comunità a rispettare la natura?

Si deve partire dalle basi! La cura del verde passa da gesti piccolissimi, eppure fondamentali! Non è affatto difficile cercare un cestino per buttare un mozzicone.

D: E personalmente cosa pensate che potreste fare per rispettare madre natura?

In casa ci stiamo impegnando da diverso tempo per un consumo sempre minore di plastica. Non deve rimanere una moda passeggera: si riparte da qui per fare sempre meglio.

D: Quali sono i vostri hobby? C’è qualcosa che non avete mai provato ma che vorreste provare?

Sicuramente più sport open air! Viviamo troppo poco le aree dedicate allo sport all’aria aperta. Quando ci sono run per la città non ce lo facciamo ripetere due volte.

D: Avete mai creato delle amicizie importanti attraverso i vostri hobby?

Non solo un’amicizia: grazie alla passione per il cibo tra noi è nato l’amore. Ha reso possibile un progetto a quattro mani che ha inevitabilmente cambiato anche le nostre dinamiche di coppia. 

D: Cosa fate per rimanere in forma? Avete una self-care routine?  

Necessaria! Ci facciamo aiutare da chi ne sa più di noi e seguiamo tanti consigli su diversi fronti. Tra tutti il training giornaliero è ciò a cui non potremmo rinunciare.

D: Qual è il vostro super potere?

Essere sempre sorridenti.

Foto di Tamu McPherson

Scrivi nella riga sottostante

e premi invio per effettuare la ricerca

Available search tags for description:

#Education #Nature #Openairculture #Wellness Bambini