Pop Up Flower BAM!

#Art&Culture

Quando arte e luoghi pubblici dialogano insieme, nascono progetti dove colori e decori tipici di culture diverse si mescolano insieme. E’ proprio quello che accadrà con Pop Up Flower, l’installazione artistica che decorerà una scalinata d’accesso a BAM dal 5 al 12 Luglio.

Ce lo racconta Christian Gangitano, ideatore del progetto con Comunicarearte – Atelier Spazio Xpo.

La città è la casa di tutti i cittadini. Dove nessuno rimane escluso, dove tutti hanno uguali diritti, dove a tutti è concesso vivere, lavorare, divertirsi, giocare, scambiarsi idee, affetti, sentimenti, progetti, sogni, speranze.

In questa logica, il collettivo artistico che fa capo all’artista di origine spagnola Felipe Cardeña ha realizzato un’installazione al Parco BAM (per l’occasione diventato BAM!, con il punto esclamativo, come il suono onomatopeico di un fumetto), proprio sotto il Bosco Verticale e i grattacieli di Porta Nuova, nella quale centinaia di metri di stoffe multietniche e variopinte fanno da “passerella” e da gioiosa rampa di accesso a uno degli ingressi del parco.

L’idea rimanda alle imponenti scalinate dei palazzi antichi, che erano ricoperte di una “passerella” (di solito rossa) per dare un’idea di ospitalità e per creare un rapporto tra “interno” ed “esterno”. Quelle usate da Felipe e la sua crew sono stoffe multietniche: africane, indiane, italiane, europee.

Con l’aggiunta di fiori, scritte ricamate ed altri elementi cuciti intorno ai corrimani, le stoffe sono il simbolo della casa, e la casa “dei cittadini” il parco, nell’incrocio delle diverse declinazioni culturali, diventa un luogo di condivisione di culture e tradizioni.

Dopo il lungo e angosciante periodo del lockdown, trovare un pezzo di “casa”, un’installazione di arte pubblica e accessibile, attenta ai temi della multiculturalità e sostenibilità ambientale in un luogo pubblico è un modo per addolcire il contatto con l’esterno e per ammorbidire in modo creativo i confini tra “dentro” e “fuori”.

Dopo aver accolto i cittadini milanesi alla fine della quarantena con due striscioni, realizzati nell’ambito della prima mostra di arte pubblica realizzata durante l’emergenza covid, esposti sul balcone del gallerista Bruno Grossetti in piazza XXV Aprile, con le scritte “All you need is love” e “I have a Dream”, Felipe Cardeña torna a partecipare a un progetto di arte pubblica con questa passerella dal titolo emblematico: “Pop Up Flower BAM!”.

Una vera e propria esplosione di colori, di fori e di messaggi di gioia e di condivisione.

L’happening terminerà con una “call to action, realizzata in collaborazione con una stilista afro-italiana che collabora a diversi progetti della crew, che inviterà i frequentatori della BAM a prendere un pezzo di opera d’arte, una stoffa che diventerà, con l’aiuto della stilista e di alcuni artisti, un oggetto, una fascia per capelli o un utile fagotto “furoshiki”.

Christian Gangitano

Prenota il tuo biglietto per il BAMoment conclusivo qui.

Scrivi nella riga sottostante

e premi invio per effettuare la ricerca

Available search tags for description:

#Education #Nature #Openairculture #Wellness Bambini