Skip to content
Cedro dell’Atlante glauco
Collezione botanica

Cedro dell’Atlante glauco

Nome comune: Cedro dell’Atlante glauco

Nome latino: Cedrus atlantica ‘Glauca’

Famiglia: Pinaceae

Origine: Marocco e Algeria

Caratteristiche:

Il termine, Cedrus, deriva dalla parola greca, kedros, usata per indicare una delle specie di ginepro. La specie, atlantica, indica il luogo di origine, la catena dell’Atlante marocchino, nell’Africa settentrionale, dove ancora ve ne sono intere foreste.
Conifera di grandi dimensioni, raggiunge e supera i 40 metri d’altezza, da giovane ha un portamento piramidale, mentre nelle piante più vecchie le branche possono assumere un andamento quasi orizzontale, dando alla chioma un portamento espanso e maestoso. La corteccia è grigio scuro e con l’età si screpola formando piccole squame.
E’ una pianta molto rustica, poco esigente in fatto di terreno, resistente all’inquinamento ed alle basse temperature.
Le foglie sono aghiformi di colore grigio-blu-argentato che si differenziano in base all’età: quelle dei rami giovani sono più morbide, isolate e disposte a spirale sul ramo, mentre quelle dei rami vecchi sono riunite in ciuffetti e sono generalmente molto più rigide e corte delle precedenti.
Le strutture riproduttive maschili e femminili sono sulla stessa pianta. Quelle maschili sono riunite in coni cilindrici eretti grigio-verdi di 3-5 cm che maturano alla fine di settembre. Le strutture riproduttive femminili invece sono coni ovoidali verde chiaro-rosato poste sui rami in posizione terminale che maturano dopo i fiori maschili.
Le pigne sono erette, a forma di piccolo barile, con apice concavo e lunghe circa 8 cm. Impiegano due anni sulla pianta per maturare e in seguito le squame, a forma di ventaglio con margine arrotondato, si separano una ad una dall’asse centrale e disperdono i semi alati.

Curiosità: dal legno e dal fogliame si distillano oli essenziali.

Selezione per il parco: pianta impalcata bassa; altezza 4-6 metri.

Botanical information powered by AG&P

Condividi su